Sono passati circa 3 mesi dal terribile incidente che ha visto protagonista Sophia Floersch: durante il GP di Macao, infatti, la vettura guidata dalla giovane pilota era letteralmente decollata volando oltre le barriere di protezione della pista, sfondandole e finendo contro la torretta dove erano assiepati fotografi e cameraman. Un impatto violentissimo nel quale la ragazza aveva riportato riportato una frattura spinale senza però subire paralisi: sottoposta a un intervento durato oltre 10 ore, la Floersch adesso è pronta a tornare in pista.

Sophia Floersch – Foto Instagram
in foto: Sophia Floersch – Foto Instagram

Il ritorno in pista nel test di Monza

"Non smetterò mai di correre" aveva dichiarato a poche settimane dall'incidente e la tedesca manterrà la parola: la giovane, infatti, ha in programma di essere in pista con la sua squadra, la Van Amersfoort Racing, a Monza il 6 e 7 marzo in un test, tornando così a guidare a circa 100 giorni dal grave incidente che l'ha vista coinvolta: "Sarà un momento emozionante. Mi siederò di nuovo al volante della mia macchina da corsa sentendomi bene e sapendo che le persone credono in me", sono state le sue parole riportate dai media tedeschi.

Sophia Floersch, che in questi mesi ha lavorato duramente per tornare nel pieno della sua forma fisica, se riceverà l'ok definitivo dai medici della Federazione correrà nel campionato Formula European Masters, la serie che ha preso il posto del campionato europeo FIA di Formula 3 in cui la Floersch l'anno scorso corse contro Mick Schumacher, vincitore e adesso pilota del team Prema in Formula 2 e giovane della Ferrari Driver Academy, che prenderà il via il 3 maggio sullo storico tracciato di Hockenheim. L'obiettivo è quello di essere pronta per l'inizio della serie, ma molto dipenderà dal test sul tracciato di Monza: dovesse filare liscio senza problemi quello che fino a pochi mesi fa sembrava un desiderio irrealizzabile potrebbe divenire realtà.