in foto: La Lamborghini Urus e le sue rivali.

Il segmento dei Suv di lusso si sta ampliando sempre più e la concorrenza tra alcuni dei marchi più noti al mondo diventa sempre più spietata. Brand dall'ampio patrimonio storico si adeguano alle logiche di mercato ed inseriscono uno Sport Utility Vehicle tra le loro fila. La Lamborghini Urus è il più recente esempio di come sia possibile infondere il pedigree da supercar in un formato che non sembrerebbe affatto supportarlo. Il grintoso Suv italiano dovrà vedersela sul mercato con altri veicoli dall'alto carico di lusso e cavalli.

Lamborghini Urus.

lambo-urusin foto: Lamborgini Urus.

Lamborghini ritorna sul segmento Suv, dopo la LM002 prodotta a cavallo degli anni '80 e '90, con una vettura a dir poco straordinaria. Attesa da tutti, sia detrattori che appassionati, la Urus propone una scheda tecnica pazzesca insieme ad un design che trasuda grinta da ogni spigolo. Dotata di un pacchetto aerodinamico ottimizzato in ogni punto, la Lamborghini Urus propone per la prima volta in gamma un motore turbo: si tratta di un V8 4.0 litri bi-turbo da 650 CV e 850 Nm. Ultima arrivata nell'affollato segmento dei Suv di lusso, la Urus è anche la più veloce di tutte con uno scatto 0-100 Km/h della durata di 3,6 secondi ed una velocità massima di 305 Km/h.

Bentley Bentayga.

Bentley Bentaygain foto: Bentley Bentayga.

Bentley con la Bentayga ha effettuato un ottimo lavoro capace di concentrare al meglio il tipico lusso delle vetture di Crewe e fornirlo in un formato inedito. Il tipico design delle Bentley, caratterizzato da sagome muscolose ed una serie di eccessi stilistici, che su questo tipo di vetture non fa mai male, si presta alla perfezione al segmento Suv e la Bentayga appare decisamente grintosa già all'esterno. Grintosa come non mai, la Bentley Bentayga non rinuncia al grosso motore W12 6.0 litri. L'unità benzina bi-turbo è capace di erogare una potenza massima di 608 CV mentre la coppia tocca quota 900 Nm. Con queste caratteristiche, la Bentayga riesce a scattare da 0 a 100 Km/h in soli 4,1 secondi e raggiunge una velocità massima di 301 Km/h.

Porsche Cayenne Turbo S.

porsche-cayenne-turboin foto: Porsche Cayenne Turbo.

Una vera istituzione tra i Suv di lusso, per non dire il pioniere di un intero segmento. Con la Cayenne, Porsche ha dimostrato al mondo come un marchio di pregio riesca ad incrementare notevolmente le vendite cambiando totalmente genere. La Porsche Cayenne Turbo è una vettura straordinaria capace di unire versatilità e grinta in un mix unico. Prendendo spunto dal meglio della gamma, la cattivissima variante Turbo S guadagna un motore V8 bi-turbo 4.0 litri da ben 550 CV e 770 Nm di coppia massima, quanto basta per schizzare da 0 a 100 Km/h in appena 4,1 secondi e raggiungere una velocità massima di 286 Km/h.

Jeep Grand Cherokee TrackHawk.

Jeep Grand Cherokee TrackHawkin foto: Jeep Grand Cherokee TrackHawk.

La carica dei Suv ad altissima potenza ha travolto anche gli USA ed uno dei veri specialisti del segmento ha deciso di proporre una versione ad altissima potenza. La Jeep Grand Cherokee TrackHawk è la vettura più potente mai realizzata dal costruttore americano e la sua scheda tecnica sembra appartenere ad un segmento nettamente differente. La vettura prende in prestito il prodigioso motore V8 HEMI dalla Dodge Challenger Hellcat ed il risultato finale è un Suv capace di scaricare a terra 717 CV ed una coppia massima di 874 Nm. Il cambio automatico ad 8 rapporti ed una serie di accorgimenti necessari per reggere l'ingente dose di cavalli permette alla TrackHawk di bruciare lo sprint 0-100 Km/h in circa 3,5 secondi mentre la velocità massima è di 290 Km/h.

Mercedes-AMG GLC 63 S.

mercedes-amg-glc-63-coupein foto: Mercedes–AMG GLC 63 S Coupé.

Da poco accolta ufficialmente nel club delle "63", la Mercedes GLC diventa uno dei veicoli più temibili nel suo segmento. L'esclusivo Suv-coupé tedesco riceve il trattamento Amg e viene dotato del poderoso motore V8 bi-turbo realizzato a mano ad Affalterbach. La Mercedes-AMG GLC 63 S mette a disposizione una potenza massima di 510 CV trasmessa a tutte e quattro le ruote tramite un cambio automatico AMG Speedshift a 9 marce. Il telaio ottimizzato e l'eccellente pacchetto aerodinamico migliorano le prestazioni in pista e la spinta del V8 permette alla vettura di raggiungere i 100 Km/h da fermo in 3,8 secondi. La velocità massima è limitata elettronicamente a 250 Km/h.

Bmw X6 M.

Bmw X5 M e X6 Min foto: Bmw X5 M e X6 M.

Bmw ha saputo innovare all'interno di un segmento già inedito come quello dei Suv premium. La X6 ha introdotto per la prima volta il concetto di coupé in abbinamento alle sagome massicce ed il brand tedesco ha definito la sua vettura uno Sport Activity Coupé (SAC). L'impostazione fortemente aggressiva e le sagome eleganti ma pur sempre grintose hanno lasciato ampio spazio ad una variante ad alte prestazioni. La Bmw X6 M monta un grosso motore V8 4.4 litri bi-turbo da 575 CV e 750 Nm di coppia massima. Dotata di trazione integrale xDrive capace di dare maggiore priorità alle ruote posteriori, la X6 M vola da 0 a 100 Km/h in 4,2 secondi e raggiunge una velocità massima di 280 Km/h se si sceglie l'optional M Driver's Package.

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio.

alfa-romeo-stelvio-quadrifoglioin foto: Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio.

Il rilancio del brand Alfa Romeo è cominciato con la berlina Giulia e ora prosegue con la Stelvio. Il Suv italiano ha saputo inserirsi con ampia prepotenza in un segmento dove i grossi numeri fanno la differenza. A supportare il lancio commerciale della vettura ci ha pensato l'esclusiva variante ad alte prestazioni Quadrifoglio. Sotto il cofano della Stelvio Quadrifoglio romba forte il V6 2.9 litri bi-turbo da 510 CV e 600 Nm. In abbinamento al cambio automatico ad 8 marce e la trazione integrale Q4, la vettura riesce a passare da 0 a 100 Km/h in 3,8 secondi e tocca una velocità massima di 283 Km/h.