Dopo la penalizzazione inflitta a Romano Fenati, la Direzione gara ha ufficializzato una sanzione anche per Stefano Manzi. Durante la gara della Moto2 di Misano, i due piloti si sono ritrovati in lotta per la sedicesima posizione quando,  dopo sorpassi al limite e anche un contatto che stava per mandare a terra entrambi, Fenati ha affiancato Manzi e, inspiegabilmente, ha premuto la leva del freno della moto del riminese. L’azione di Fenati è stata penalizzata con la bandiera nera in gara e successivamente sanzionata con due gare di squalifica per il pilota numero 13 che salterà dunque il prossimo Gp di Aragon e quello di Buriram.

Penalizzato anche Manzi

Oltre al provvedimento nei confronti di Fenati, la Race Direction ha ritenuto irresponsabile e pericolosa anche la condotta di gara di Manzi. Per questo motivo, al giovane pilota del team Forward e allievo della VR46 di Valentino Rossi è stata inflitta una penalizzazione sullo schieramento di partenza del prossimo Gp di Aragon dove verrà retrocesso di sei posizioni rispetto alla casella che otterrà in qualifica. Una volta al box, Manzi ha commentato il folle gesto del rivale che dalla prossima stagione sarà il suo compagno di squadra in Forward. “Prima abbiamo un contatto non voluto.  Quando lui è rientrato dentro in traiettoria, ci siamo toccati e purtroppo siamo finiti sull’erba tutti e due. Dopo però non Non mi aspettavo un gesto così, è un gesto brutto, non c'è tanto da dire, si commenta da solo.” ha raccontato ai microfoni di Sky Sport. Riguardo invece a un incontro con Fenati che, tra l'altro, dal 2019 sarà il suo nuovo compagno di squadra in Forward, ha concluso: “Non c'è problema, anche se non lo incontro sto bene lo stesso".

Crutchlow: "Romano non deve mai più correre"

Nel frattempo, a dire la loro sulla grave scorrettezza di Fenati, anche diversi piloti MotoGp. Oltre a Valentino Rossi che ha ritenuto "giusta la squalifica" di due gare inflitta all'ex pilota del suo Sky Racing team in Moto3, anche Cal Crutchlow ha puntato il dito contro l'ascolano: "I miei colleghi sono troppo diplomatici. Fenati non deve mai più correre su una moto. Deve tornare al box, lasciarlo e andare a casa. Rischiamo già troppo la vita" le parole del britannico, oggi terzo in MotoGP. Come lui, anche Andrea Dovizioso e Marc Marquez, rispettivamente primo e secondo, hanno preso le distanze dal comportamento antisportivo di Fenati. "Dobbiamo rivedere bene cosa sia accaduto in pista prima, ma di sicuro quello che ha fatto Romano è un gesto molto brutto" ha detto DesmoDovi. "Nessun pilota deve pensare che una cosa del genere si possa fare, deve essere ben chiaro a tutti. E per questo serve una punizione esemplare" il commento di Marquez.