La FMI (Federazione Motociclistica Italiana) ha preso la sua decisione sul caso di Romano Fenati dopo l’assurdo gesto del pilota nei confronti di Stefano Manzi nelle fasi finali della gara della Moto2 di domenica a Misano. La FMI ha deciso di revocare la licenza sportiva del 22enne di Ascoli Piceno che, da oggi, non potrà più correre.

Romano Fenati, 22 anni / Getty Images
in foto: Romano Fenati, 22 anni / Getty Images

Ritirata la licenza sportiva

La FMI ha reso nota la decisione attraverso un comunicato: "In data 11 settembre 2018, il Tribunale Federale della FMI si è riunito per esaminare la richiesta di misure cautelari nei confronti di Romano Fenati presentata dal Procuratore Federale Antonio De Girolamo. A carico di Romano Fenati (vice presidente del Moto Club Accademia Motociclistica Italiana, tesserato Fmi ed in possesso di licenza FMI Elite), viene contestata la violazione dell’articolo 1.2 del Regolamento di Giustizia in relazione al fatto accaduto il giorno 9 settembre 2018 durante la gara di Campionato Mondiale Moto 2 del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini nei confronti del concorrente Stefano Manzi. Vista la gravità dei fatti, la richiesta del Procuratore Federale è stata integralmente accolta ed il Tribunale Federale ha quindi disposto per Romano Fenati la sospensione di ogni attività sportiva e federale con conseguente ritiro della tessera e della licenza velocità, fissando inoltre l’audizione dello stesso – che ha facoltà di farsi assistere da un difensore – per il 14 settembre 2018″.

Carriera al capolinea

Dopo il licenziamento arrivato ieri dal team Marinelli Snipers e l’allontanamento da parte Forward e Mv Agusta che hanno rescisso il contratto per la prossima stagione, la decisione della FMI potrebbe concretamente rappresentare il capolinea della carriera sportiva di Fenati. In seguito all’udienza fissata per venerdì prossimo, la FMI deciderà infatti quali saranno i termini temporali della sua sospensione dalle attività sportive, nonché eventuali sanzioni aggiuntive a cui Fenati andrà incontro. La sensazione è che la condanna che sarà inflitta potrebbe costringere il pilota a uno stop ben diverso dalle due gare di squalifica comminate dagli steward della MotoGP, una sanzione evidentemente troppo blanda per la gravità e pericolosità di quanto accaduto in pista. Fenati, classe 1996, ha debuttato in Moto3 nel 2012, vincendo la sua prima gara nello stesso anno, a Jerez. Nel 2014 era entrato a fare parte del team Sky Racing VR46 di Valentino Rossi dal quale è stato licenziato a metà della stagione 2016 per i dissidi con la squadra. Tornato a gareggiare nel 2017, Romano ha chiuso la stagione con il titolo di vice-campione del mondo Moto3 in sella alla Honda dello stesso team Snipers con cui ha affrontato quest'anno il salto in Moto2. In carriera Fenati ha raccolto 10 vittorie, 23 podi e 4 pole (tutto in Moto3) in 108 gare disputate.