Dopo il ritiro della licenza arrivato dalla Federazione italiana (FMI) anche la Federazione Internazionale del Motociclismo (FIM) ha deciso di intervenire su quanto accaduto nella gara della Moto2 di domenica scorsa al ‘Marco Simoncelli' World Circuit di Misano Adriatico.

Anche la Federazione Internazionale (FIM) convoca Fenati

Lo ha reso noto la FIM attraverso un comunicato ufficiale: “Dopo l'incidente nella gara di Misano del Campionato del mondo FIM Moto2 di domenica 9 settembre relativo al pilota della Moto2 Romano Fenati, il Presidente della FIM ha convocato Fenati nella sede della Federazione di Mies, in Svizzera, per chiarire la sua condotta di gara. In considerazione della spaventosa e terribile azione di Fenati, la FIM ha preso il tempo necessario per riflettere sull’incidente che ha suscitato la forte reazione di tutto il mondo del motociclismo e non solo. La FIM – aggiunge la nota – ha deciso di convocare il pilota presso il quartier generale della FIM per discutere la situazione con lui prima di intraprendere qualsiasi azione che la FIM potrà ritenere appropriata". L'udienza si svolgerà la prossima settimana.

Romano Fenati / GettyImages
in foto: Romano Fenati / GettyImages

Venerdì l'udienza del Tribunale FMI

La convocazione della FIM arriva dopo la squalifica di due gare inflitta dai commissari del Motomondiale, il licenziamento arrivato dal team Marinelli Snipers, la rescissione del contratto da parte di Forward-MV Agusta e la misura cautelativa annunciata oggi dalla Federazione Italiana – che ha sospeso con effetto immediato Fenati da ogni attività sportiva e federale con conseguente ritiro della tessera e della licenza velocità. Il gesto di Fenati, che nelle battute finali del Gp di San Marino e della Riviera di Rimini ha affiancato Stefano Manzi e tirato la leva del freno della moto dell’avversario, verrà dunque valutato anche dalla FIM che si riserva di ascoltare il 22enne di Ascoli Piceno prima di decidere se modificare o meno la decisione già emessa dagli steward della Fim a Misano (due GP di squalifica – Aragon e Buriram). Una sanzione che, vista la pericolosità e l’antisportività del gesto, da tanti è stata ritenuta insufficiente a penalizzare la condotta del pilota marchigiano. Nel frattempo Fenati sarà ascoltato dal Tribunale Federale della FMI nell’udienza indetta per venerdì 14 settembre, in seguito alla quale la Federazione Italiana deciderà i termini temporali della sua sospensione nonché eventuali sanzioni.